Comunicazione della Chiesa. Volti, persone, storie

 È possibile, per chi lavora in un ufficio di comunicazione della Chiesa, riuscire a raccontare la vitalità della fede superando la visione solo istituzionale della realtà ecclesiale? Può il comunicatore della Chiesa andare oltre il suo compito

di produrre comunicati stampa e diffondere informazioni, per far sentire ai media la viva voce dei cristiani?
La fede ha una dimensione personale che nel secolo della comunicazione globale rappresenta una forza trainante. Nell’apparente anonimato favorito dai processi digitali, dove si moltiplicano i legami ma si approfondiscono poco i rapporti interpersonali, l’esperienza vissuta e raccontata in prima persona continua ad essere lo strumento più efficace per trasmettere la fede.
Lo scenario mediatico del XXI secolo è un terreno che si presenta particolarmente fecondo per accogliere le storie personali, le vicende, persino biografiche, dei protagonisti della Chiesa; siano essi semplici fedeli, alte cariche Ecclesiastiche, sacerdoti comuni o personaggi pubblici. Chi lavora in un ufficio di comunicazione deve saper rispondere a questa esigenza di volti e di storie per far splendere la testimonianza di un cristianesimo incarnato.
L’VIII Seminario Professionale sugli Uffici di Comunicazione della Chiesa, svoltosi a Roma dal 16 al 18 aprile del 2012 presso la Pontificia Università della Santa Croce, ha cercato di creare uno spazio di riflessione attorno a questi temi, convocando i principali esperti del settore per metterli a confronto con le esperienze dei professionisti della comunicazione della Chiesa provenienti da diversi Paesi e culture. In questo volume vengono pubblicate le principali relazioni e una selezione delle comunicazioni presentate.

Alfonso Bailly-Baillière - Jorge Milán (a cura di)
Editore: ESC 2014
ISBN: 978-88-8333-321-7 (libro)
Pagine: 370 pp.
Prezzo libro: € 30,00
Prezzo eBook:  € 14,99